Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Acquista

Newsletter

Area Rivenditori
Yopto

Vini calabresi DOC e IGT

Vini calabresi DOC e IGT

Vini calabresi DOC e IGT

In Calabria, il vino è da sempre visto e vissuto come una sorta di prodotto sacro e come un dono prezioso e inimitabile della natura, ecco perché la storia della vitivinicoltura calabrese affonda le sue origini già nell'antica civiltà della Magna Grecia e non a caso, i numerosi coloni provenienti proprio dalla Grecia, ribattezzarono la Calabria con il nome "Enotria" che letteralmente significa appunto "terra del vino", proprio a dimostrazione di quanto fosse intensa e profondamente radicata la coltivazione dei vigneti in Calabria e di quanto fosse molto apprezzato il vino calabrese, di cui si narra che veniva addirittura offerto in premio ai vincitori dei famosissimi giochi olimpici ateniesi. 

Attualmente la Calabria possiede numerosi vini calabresi DOC e IGT e spesso vengono ottenuti dai classici vigneti calabresi, che si presentano piuttosto omogenei e con una prevalenza di vitigni a bacca rossa, tra cui prevale il Gaglioppo, che regala vini rossi di grande personalità e molto diffusi risultano anche il Magliocco, il Nerello, il Pecorello, il Greco Nero mentre tra i vitigni a bacca bianca primeggia invece il Greco Bianco, da cui si estrae il vino omonimo. 

Date i numerosi tentativi di frode e di contraffazione è stato necessario preservare tali vini e fornire loro quel tassello in più affinché essi si differenzino da tutti gli altri vini proposti dal mercato, ecco perché esistono numerosi vini calabresi DOC e IGT

Purtroppo occorre dire che la Calabria, per diversi anni, non ha ricoperto quella posizione di rilievo nel settore - come invece giustamente le sarebbe toccato tenendo conto della sua tradizione secolare, della sua favorevolissima conformazione morfologica, della sua collocazione geografica e del suo particolare microclima – bensì si è applicata solo verso una produzione di vino spesso ad un livello piuttosto artigianale, lasciando vinificare ogni contadino in modo autonomo ed empirico e dando vita a vini che seppur di ottima qualità, non sono ovviamente in grado di competere a livello mondiale e su larga scala. 

Fortunatamente, sembra che oggi la Calabria, non sia più fanalino di coda del settore vitivinicolo italiano, dal momento che si sta dimostrando all’altezza delle altre regioni italiane e anche i produttori calabresie le cantine calabresi, hanno investito molte risorse nel recupero dei vigneti autoctoni della regione e nell’ottimizzazione del processo produttivo che sommate alle giuste strategie di comunicazione e marketing hanno fatto il resto e proprio per questo motivo esistono numerosi vini calabresi DOC e IGT.